Truffe e Coronavirus: attenzione ai falsi buoni spesa

La truffa dei buoni spesa che sta dilagando da qualche settimana on line principalmente via social, whatsapp ed email, nonostante l’intervento della polizia postale, sembra propagarsi e coinvolgere molte delle catene GDO nel nostro paese. Coop, Esselunga e Conad sono le più utilizzate per questa massiva campagna di phishing.

Coop ed Esselunga hanno denunciato l’attività di spamming che utilizza un’imitazione dei loghi e induce gli utenti attraverso un link presente nel messaggio a compilare un modulo inserendo i propri dati personali. Esselunga ha ricevuto numerose segnalazioni relative alla ricezione di messaggi che promettono buoni spesa da 250 € regalati, che però sono assolutamente falsi.

Ricordiamoci:

  • I concorsi e/o le operazioni a premi promossi dalle catene GDO vengono diffusi attraverso i canali ufficiali delle aziende.
    Controlliamo il regolamento ufficiale del Concorso sul sito internet digitando manualmente il nome della società che lo eroga.
  • Verifichiamo sempre con attenzione l’indirizzo del mittente.
  • Massima attenzione nel cliccare i link inseriti nelle email.
  • Non inseriamo i nostri dati personali, soprattutto i dati relativi alle nostre carte di credito, su form on line che abbiamo raggiunto da un link contenuto in una email (o su wathsapp, o sui social).
Massima attenzione sempre!

Ecco alcuni ulteriori suggerimenti per verificare l’attendibilità dei messaggi in arrivo.

Operi nel settore food & beverage, o nella GDO?

Metteremo a tua disposizione la nostra esperienza maturata con
grandi gruppi alimentari e nella GDO. con i quali abbiamo progettato ed implementato
le policy di sicurezza GDPR compliant, per la gestione di concorsi e delle campagne marketing.

Fonte dei contenuti: www.quifinanza.it 
www.commisariatodips.it