Saldi online: attenzione agli hacher!

Vademecum per acquistare in sicurezza online

I saldi sono arrivati e vogliamo darti qualche indicazione per acquistare online in tutta sicurezza.

Segui queste 7 semplici consigli di LIBRAESVA per non cadere in trappola:

  1. Prima di visitare il sito di un brand partendo da un link ricevuto tramite una mail, assicurati di essere veramente sul sito ufficiale e non su una sua copia.
    I siti di phishing, infatti, sono sviluppati dagli hacker per simulare in ogni aspetto di contenuto e grafica quelli originali.
  2. In caso si tratti di un link collegato a siti di banche, il consiglio è di non arrivare MAI alla destinazione indicata partendo dal link inserito nell'email ma di procedere passando da Google o digitando nel browser la URL dell’istituto bancario.
  3. Fai attenzione che nel browser risulti prima della URL una connessione di tipo ‘httpscon lucchetto.
    Il lucchetto deve essere di colore verde, ma questo comunque non basta a sentirsi al sicuro poiché anche i siti di phishing possono presentare la parola ‘https’ prima dell’URL.
    Se non dovesse esserci del tutto l’https, ma solo l’http (senza la s finale), allontanati subito dal sito.
  4. A meno che il sito non sia assolutamente affidabile e degno di fiducia, non fornire mai i dati della carta di credito.
    Il loro inserimento deve essere fatto tramite un intermediario accreditato (Paypal, Sella, etc).
  5. Assicurati di avere attivato un servizio di "buyer protection" per essere tutelato in caso di contestazioni.
  6. Da telefono cellulare è ancora più difficile verificare l'attendibilità dei link e dei siti per via degli schermi ridotti che riducono la leggibilità dei suoi contenuti.
    Ti consigliamo di fare i tuoi acquisti usando sempre le rispettive App sviluppate dai brand, senza quindi acquistare dal web browser via telefono.
  7. Non usare computer pubblici per fare acquisti e neanche per inserire tuoi dati personali.
Ti senti in pericolo e vuoi qualche consiglio?

Un nuovo attacco informatico: il trojan URSNIF arriva via mail dai vostri contatti